sabato 5 novembre 2011

LA POLITICA SPIEGATA AD UN BAMBINO.

               Un bambino che fà la prima media un giorno và a scuola e quel giorno lì la maestra spiega agli alunni la politica.
Il bambino poi torna a casa un pò perplesso,e per niente sicuro di aver capito bene,allora và dal suo papà e gli chiede: Papà,papà mi puoi spiegare la politica?
Certo! Risponde il papà,e gli dice: Guarda il papà che tutti i giorni và a lavorare è il governo e si occupa di amministrare il paese,e i cittadini.
La mamma invece che rimane a casa a fare i più vari lavori è il popolo.
Poi spiega il papà,tua sorella che è piccolina è il futuro,mentre la nostra domestica rappresenta la classe operaia.
E io? Chiede il bambino.
E il papà gli dice: Tu  che invece vai a scuola rappresenti i giovani,hai capito tutto adesso?
Il bambino risponde di si e ringrazia il papa,poi però ancora perplesso continua la sua giornata.
Arrivata la sera il bambino va a letto,ma dopo circa tre ore buone viene svegliato dal pianto della sorellina che ha cagato tutto il pannolino e va cambiata,allora si alza e và in camera dei genitori a svegliarli,ma non trova il papà,e la mamma dorme profondamente e non si sveglia,allora prova ad andare nella camera della domestica ma lì trova il papà nel letto della cameriera e allora silenziosamente richiude la porta e lascia perdere,torna in cameretta e guardando la sorellina in lacrime con la cacca fino al collo ha un illuminazione e finalmente capisce il significato della politica.

Il governo fotte la classe operaia,il popolo dorme profondamente,i giovani sono perplessi,e il futuro prospetta merda fino al collo.
Ciao eh!!

Nessun commento:

Posta un commento